[EVENTI] CARTOOMICS 2017 – FIERA DI RHO – MILANO

Tempo di lettura: 1

Una rapidissima informazione di servizio: sabato 4 marzo sarò a Cartoomics, ospitato degli amici dell’Associazione Galaxy, nell’area fantascienza (Padigione 16, Stand C33).
Sarò (oltre che in compagnia dei miei libri) insieme ad altri colleghi scrittori e artisti ( tra cui Diego Bortolozzo e Franco Brambilla) perciò chi volesse scambiare quattro chiacchiere, incrociare i calici per una birra veloce o disquisire di cinema, annessi e connessi mi troverà lì.

Quindi, ricapitolando, ecco le coordinate:
Giorno: Sabato 4 marzo
Manifestazione: CARTOOMICS 2017
Espositore: ASSOCIAZIONE CULTURALE GALAXY
Coordinate: Pad 16 – Stand C33

E potrete trovare anche questi:
Spettri di Ghiaccio e Voci della Polis sono le nuove pubblicazioni Vincent Books

Se volete avere informazioni sulle mie recensioni, sulle mie uscite letterarie e sulle mie partecipazioni a Convention e /o fiere, compilate il form in alto, nella colonna alla vostra destra!

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Thor: Ragnarok – di Taika Waititi

Tempo di lettura: 2 minuti

VOTO★★☆☆☆

Con questo terzo film il Dio del Tuono raggiunge Iron-Man come numero di pellicole in solitaria (Captain America: Civil War era un mini-Avengers mascherato, perciò Cap resta al palo con ‘solo’ due titoli). Ma soprattutto continua (e forse si conclude?) il percorso isolazionista di Asgard: dopo un primo film molto terrestre, dopo un secondo film che esplorava la mitologia asgardiana e coinvolgeva la Terra in misura minore, arriviamo a Thor: Ragnarok nel quale il nostro pianeta è del tutto assente.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

IT – di Andy Muschietti

Tempo di lettura: 3 minuti

VOTO:★★★★☆
Lo dico senza se e senza ma: trasporre IT sul grande (o piccolo) schermo è assolutamente impossibile. E’ impossibile perché la storia è così complessa e completa, così totalizzante, che anche piccole omissioni finiscono con lo snaturare l’armonia complessiva del capolavoro originale di King. Ed è impossibile anche perché IT è un romanzo senza filtro, morboso, violento, coraggioso e che non si ferma davanti a nulla. Parla una lingua dimenticata, di certo una lingua che l’ecosistema cinematografico (o televisivo) non può e non vuole imparare.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  •  
  •  
  •  
  •  
  •