Work in progress – Settembre 2017

Tempo di lettura: 2 minuti

Circa un mese fa vi avevo aggiornato qui sul proseguo delle mie fatiche letterarie inaugurando la rubrica Work in Progress: a poco più di trenta giorni di distanza, dove siamo arrivati?
Progetti in cerca di autore
Il romanzo che ho finito a maggio di quest’anno è ancora in cerca di fortuna. Per sommi capi posso dirvi che si tratta di un weird ottocentesco con ambientazione vittoriana, che si tratta anche di un romanzo investigativo, che l’evento scatenante sono strane rivelazioni sul suicidio dell’Ammiraglio Robert FitzRoy (per capirci, il capitano del Beagle, il brigantino che portò Darwin in giro per mondo ispirandolo nella formulazione delle sue teorie). Posso dirvi che c’è tanto occultismo e che mi sono molto divertito a scriverlo. E posso dirvi che spero possiate leggerlo al più presto, ma non dipende da me.

A cosa sto lavorando?
Prosegue la stesura del racconto lungo horror-weird di cui vi ho parlato un mese fa. Siamo arrivati a 17.000 parole e credo che alla fine il tutto si attesterà intorno alle 30.000, parola più parola meno. Sono soddisfatto di come sta procedendo e sono soddisfatto della mitologia costruita intorno al racconto e ai suoi protagonisti. Se tutto andrà come spero, dovrei completare la prima stesura entro la fine di ottobre. Come vi avevo anticipato c’è una casa infestata, c’è un vecchio occultista, c’è un alchimista del 1300 che ancora riesce a creare bei problemi.

A proposito di mitologie, i consigli per gli acquisti di questo mese sono due. Si tratta di due elementi che compongono la ricca ambientazione di Polis Aemilia:
Voci della Polis – Antologia di racconti tutti ambientati a Polis Aemilia – Vincent Books – € 11,90
L’Onda di Canterbury (racconto, questo, che ha molto di profetico soprattutto per le sorti dell’isolazionista Gran Bretagna) – Delos Digital – Robotica.it – € 1,99

Cosa ho scritto di recente:

Leatherface, il mito di Faccia di Cuoio nella storia del cinema su FOX
Leatherface, la recensione: l’origine del mito su FOX
The Devil’s Candy, la recensione: la musica del diavolo su FOX
Jukai – La foresta dei suicidi: se il mito non basta su FOX

Se volete avere informazioni sulle mie recensioni, sulle mie uscite letterarie e sulle mie partecipazioni a Convention e /o fiere, iscrivetevi alla newsletter inserendo il vostro indirizzo email in fondo alla pagina.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[Racconto] – L’Adepto

Tempo di lettura: 3 minuti

L’Adepto è una brevissimo racconto inedito ispirato al mondo del mio romanzo La terza memoria ed è nato con un duplice scopo. Il primo è quello di divertirmi tornando nell’Italia post apocalittica che ho inventato come ambientazione del romanzo. Il secondo è (sarebbe) quello di stuzzicare chi ancora non ha letto La terza memoria e magari accompagnarlo verso il romanzo. Il primo scopo l’ho raggiunto. Vediamo se qualcuno mi aiuterà a raggiungere anche il secondo.
L’immagine qui sopra è la bellissima illustrazione che Franco Brambilla ha fatto per la copertina di Urania.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 68
  •  
  •  
  •  
  •  

Westworld 2 – la creazione di un nuovo Olimpo

Tempo di lettura: 2 minuti

Insomma, per concludere, il world-building narrativo di Westworld (così come quello di True Detective in parte come quello del Trono di Spade) è una sapientissima fusione di suggestioni iniettate a poco a poco nella coscienza dello spettatore. Un nobilissimo frankenstein meta-concettuale nel quale il tutto è ben superiore alla somma delle parti perché riesce a rivolgersi alla nostra parte filosofica senza però trascurare quella più moderna.

So che non è elegante, citarsi non lo è mai, ma riprendo la conclusione del mio pezzo su Westworld pubblicato qui a fine 2016 e rilancio: Nolan e la Joy hanno tenuto il timone ben saldo in quella direzione.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •