[ebook] – 7 note nere

Tempo di lettura: 2 minuti

Cosa vuole il demone che vive al di là dello specchio? Chi si nasconde dietro gli efferati delitti di un serial killer? Quale terribile potere hanno quei vecchi ferri da maglia?
Sette note oscure, sette storie nere. Un viaggio dal quale tornerete profondamente cambiati.


Torna in tutti gli store questa raccolta tra l’horror e il Weird pubblicata due anni fa per gli amici di Edizioni Imperium e ora riproposta nella collana Imperium Horror di Delos Digital, curata dall’amico Diego Bortolozzo. Questa volta incrocio i guantoni con un’altra mia grande passione: l’horror. E lo faccio con una raccolta di sette racconti molto diversi tra loro ma con un denominatore comune. Quale? Le zone più oscure dell’animo umano.
‘Il sonno della ragione genera mostri’, dipingeva Goya. Ma a volte è la ragione stessa a essere mostruosa.
Non mi resta che ringraziare Franco Brambilla per la bella cover e augurarvi buona lettura. ‘7 Note Nere’, disponibile da domani martedì 20 giugno ma già acquistabile in tutti gli store.

Se volete avere informazioni sulle mie recensioni, sulle mie uscite letterarie e sulle mie partecipazioni a Convention e /o fiere, iscrivetevi alla newsletter inserendo il vostro indirizzo email in fondo alla pagina.

Recensioni:
La Kate dei libri

Il demone era emerso dagli specchi la prima volta undici anni prima. La notte del suo sedicesimo compleanno.
Non lo aveva visto, ma solo percepito. Ne aveva sentito la voce e compreso il potere.
I suoi genitori erano morti, inspiegabilmente, qualche minuto dopo le tre di mattina.
Da quel giorno non si era più specchiato. Tra i nitidi riflessi del volto vedeva, in agguato, una figura dai contorni opachi. Morbosi.
Che osservava, con avidità.

(‘Non più di zero‘, 7 Note Nere – Delos Digital – Imperium Horror)

Acquistalo su:
7 Note Nere – Amazon: Kindle Store
7 Note Nere – Kobo
7 Note Nere – Delos Store
– e in tutti gli altri store …

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 32
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ghostland – di Pascal Laugier

Tempo di lettura: 3 minuti

Adoro Pascal Laugier, anche se non ci andrei nemmeno a bere un caffè tanto mi preoccupa il funzionamento della sua mente. Lo adoro a tal punto da aver messo il suo Martyrs in cima alla mia classifica dei 20 film horror. L’ho adorato anche nel meno convincente The Tall Man (2012) perciò aspettavo con una certa trepidazione Ghostland (in Italia, La Casa delle Bambole). Laugier non mi ha deluso, anzi.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 23
  •  
  •  
  •  
  •  

Il fallimento del futuro?

Tempo di lettura: 2 minuti

Quando il futuro ha smesso di essere un faccenda di cui occuparci? Quando è diventato esclusivo demanio di multinazionali e governi? Mi guardo intorno e dal mio limitato osservatorio vedo che da una parte si ragiona di connettività, infrastrutture, intelligenze artificiali, gestione dei dati, ripristino e trasformazione in un grande corridoio informatico della vecchia Via della Seta (per fare un esempio). Dall’altra si è concentrati su un presente abbastanza misero (dal punto di vista concettuale), fatto di sussistenze, di paure, di contrazioni sociali, di ritorno ad alchemiche ricette ottocentesche, di esclusioni e di frammentazione del tessuto connettivo che dovrebbe tenere insieme tutto. Uno Jedi direbbe che abbiamo smesso di essere in comunione con la Forza.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 44
  •  
  •  
  •  
  •