I Necronauti in edicola!

Tempo di lettura: 2 minuti

E ci siamo. A quasi un anno dalla pubblicazione del primo racconto in ebook, dopo una prima stagione composta da 10 episodi e una seconda stagione composta da 5, la space opera de I Necronauti frantuma i confini del digitale e affronta la sua prima sfida cartacea.
Grazie a Edizioni BMS e al visionario (e coraggioso) Maurizio De Paola gli episodi che compongono la prima stagione sono stati raccolti in un unico volume cartaceo appartenente alla collana Ambrosia, distribuito in tutte le edicole e acquistabile anche sullo store dell’editore. La storia al suo interno, sviluppata in 10 episodi indipendenti ma collegati tra loro, è autoconclusiva
Cosa sono I Necronauti?
In breve, direttamente dal sito dell’Editore:

In un futuro lontano il sistema solare è completamente colonizzato, con l’esclusione di Mercurio. I viaggi spaziali, però, sono diventati quasi del tutto impossibili da quando una strana stazione spaziale aliena si è localizzata in un’orbita tra Plutone e Caronte. Nessuna comunicazione è mai partita dalla base spaziale, ma dalla sua comparsa ogni astronave sorpresa nello spazio è distrutta da improvvise fluttuazioni energetiche.
L’isolamento sembra inevitabile, fino a quando, dai satelliti di Saturno, compare la misteriosa Corporazione dei Necronauti che presentano la loro sconvolgente offerta: i viaggi nello spazio saranno di nuovo possibili ma ciò avrà ha un prezzo altissimo: vite umane. Perché l’unico modo per riuscire a spostarsi nello spazio senza essere distrutti è utilizzare una tecnologia chiamata necropropulsione: la misteriosa stazione spaziale, infatti, può essere ingannata solo grazie a particolari energie sprigionate da ogni uomo in punto di morte.

Ma se volete saperne un po’ di più, qui – I Necronauti – la space opera – potete trovare tutto quello che vi serve.
Per coloro che condivideranno sui social il loro acquisto (un tweet, un foto su Facebook e chi più ne ha più ne metta) è previsto un piccolo omaggio: un’appendice in formato digitale (.epub o .mobi) con una sorta di glossario dei Necronauti e l’incipit de “L’onda di Urano”, il primo capitolo della seconda stagione.

Necrology [tutto quello che ruota intorno al mondo de I Necronauti]:
Acquista I Necronauti on-line senza spese di spedizione aggiuntive
I Necronauti: la space opera postumana – Fantascienza.com
I Necronauti in edicola – Fantascienza.com

Rassegna stampa:
I Necronauti sulla Gazzetta di Reggio

I Necronauti su ReggionelWeb (di Marina Bortolani)

Recensioni:
Recensione di Massimo Luciani – www.netmassimo.com

Recensione di Nicola Zunino

Recensione di Daniele Barbieri

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 36
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments (2):

  1. Stefano

    24 ottobre 2015 at 12:52

    Forse è presto per chiederlo, ma è prevista la pubblicazione in libro anche dei racconti della seconda serie de I necronauti?
    Ciao

  2. Maico Morellini

    26 ottobre 2015 at 09:19

    Ciao Stefano!
    Per il momento no, non è prevista una pubblicazione in cartaceo della seconda stagione.
    Nel caso vi terrò aggiornati in tempo reale.
    Grazie e a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ghostland – di Pascal Laugier

Tempo di lettura: 3 minuti

Adoro Pascal Laugier, anche se non ci andrei nemmeno a bere un caffè tanto mi preoccupa il funzionamento della sua mente. Lo adoro a tal punto da aver messo il suo Martyrs in cima alla mia classifica dei 20 film horror. L’ho adorato anche nel meno convincente The Tall Man (2012) perciò aspettavo con una certa trepidazione Ghostland (in Italia, La Casa delle Bambole). Laugier non mi ha deluso, anzi.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 23
  •  
  •  
  •  
  •  

Il fallimento del futuro?

Tempo di lettura: 2 minuti

Quando il futuro ha smesso di essere un faccenda di cui occuparci? Quando è diventato esclusivo demanio di multinazionali e governi? Mi guardo intorno e dal mio limitato osservatorio vedo che da una parte si ragiona di connettività, infrastrutture, intelligenze artificiali, gestione dei dati, ripristino e trasformazione in un grande corridoio informatico della vecchia Via della Seta (per fare un esempio). Dall’altra si è concentrati su un presente abbastanza misero (dal punto di vista concettuale), fatto di sussistenze, di paure, di contrazioni sociali, di ritorno ad alchemiche ricette ottocentesche, di esclusioni e di frammentazione del tessuto connettivo che dovrebbe tenere insieme tutto. Uno Jedi direbbe che abbiamo smesso di essere in comunione con la Forza.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •   
  • 44
  •  
  •  
  •  
  •