Strani mondi – urania

Tempo di lettura: 2 minuti

Luglio 2019. Segnatevi questa data perché tutte le edicole d’Italia e tutti gli store on-line saranno testimoni di un evento storico. A distanza di 21 anni la collana Urania (Mondadori) dedicherà un interno Millemondi alla fantascienza italiana.

Strani Mondi è un’antologia di fantascienza tutta made in Italy fortemente voluta da Franco Forte. Quindici racconti, diciassette tra autori e autrici, tutti scortati dalla splendida copertina di Franco Brambilla e da un titolo che promette meraviglie. Il segnale è forte chiaro: la fantascienza in Italia non solo esiste ma, citando il titolo della post-fazione con cui Silvio Sosio chiuderà l’antologia (L’età dell’oro della fantascienza italiana) sta di certo vivendo un periodo intenso, interessante e pieno di prospettive.

Per me, dopo due romanzi e due approfondimenti su Guerre Stellari, sarà la quinta volta su Urania e devo dire che l’emozione è sempre molto grande: il mio racconto Fatum è tra l’altro preceduto da un Premio Urania, Lukha B. Kremo, e da un doppio Premio Urania, Piero Schiavo Campo perciò non potevo davvero chiedere migliori compagni di banco all’interno di una classe che è un onore frequentare. Noi abbiamo fatto il nostro dovere, a voi non resta che prendere d’assalto le edicole a luglio anche perché, come Franco Forte ha più volte ribadito in queste settimane, se Strani Mondi avrà successo potrebbe diventare un appuntamento fisso per Urania.

Indice del volume

Introduzione: Franco Forte

1. Giulia Abbate ed Elena Di Fazio – Guerra fredda

2. Sandro Battisti – A Sort of Homecoming

3. Franci Conforti – Come concime

4. Davide Del Popolo Riolo – Il turismo spaziale come incontro tra culture

5. Nicola Fantini – Il mio nome è Lemuel

6. Clelia Farris – Geografia umana

7. Lorenzo Fontana e Andrea Tortoreto – L’inferno dentro

8. Lukha B. Kremo – Ipersfera

9. Maico Morellini – Fatum

10. Piero Schiavo Campo – L’automa dell’imperatore

11. Dario Tonani – Picadura

12. Emanuela Valentini – Blue Infernalia

13. Claudio Vastano – Zona di contenimento

14. Alessandro Vietti – Essere ovale

15. Alain Voudì – Orbita pericolosa

Postfazione: Silvio Sosio – L’età dell’oro della fantascienza italiana –
Tutto sul Premio Italia 2019

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *