Recensioni Libri – ‘Il Ladro di anime’ di Sebastian Fitzek

Tempo di lettura: 1

Se devo essere del tutto sincero, il voto che avevo in mente per questo leggibilissimo romanzo era di tre su cinque, anziché quattro.
Però, quando incrocio il cammino con intelligenze letterarie che esulano dal solo sforzo narrativo, non posso far altro che sorridere e ammirare la genialità dell’autore. Non vi dirò di cosa parlo, aspetto che siate voi a scoprirlo.
Per quanto riguarda l’aspetto prettamente letterario invece, questo non è un libro perfetto, anzi. L’autore opta per uno stile asciutto e vagamente evocativo ma in certi momenti, e capita più di una volta, ho trovato difficile capire chi stesse dicendo cosa e, in certi casi, i passaggi descrittivi erano troppo al servizio delle sue idee e non della chiarezza narrativa.
L’idea, di per sè, non è del tutto innovativa. Approccia al thriller in modo un po’ trasversale rispetto ai canoni e di sicuro l’ambientazione europea gioca a sua favore. Per come l’ho visto io si tratta di un bell’esperimento (e persino riuscito) di quasi meta-letteratura dove però tutto è al servizio di poche caratteristiche.
Il romanzo è breve, e il gioco regge, ma comunque si percepisce il sacrificio al quale viene sottoposta la trama in favore di altri aspetti.
Però, secondo me, vale la pena leggerlo.

Ti è piaciuto? Metti like o condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *